La piattaforma ecologica: un problema irrisolto

Il 7 novembre 2013 il Corpo Forestale dello Stato ha effettuato un sopralluogo alla piattaforma ecologica ed ha riscontrato diverse irregolarità nella gestione dell’area e dello stoccaggio dei rifiuti.
La gravità della situazione ha portato alla minaccia da parte delle autorità della chiusura della piattaforma stessa, con il rischio di creare evidenti disagi alla popolazione di Verdello oltre che danni al nostro territorio.

20140228-212356.jpgPurtroppo l’intervento del Corpo Forestale era prevedibile, poiché in varie occasioni i consiglieri di VERDELLO DI TUTTI avevano portato all’attenzione del Sindaco la necessità di intervenire per adeguare la piattaforma alla normativa vigente, in particolare in materia di stoccaggio dei rifiuti inquinanti e delle apparecchiature elettriche.

Dopo l’intervento del Corpo Forestale anche la popolazione, attraverso il Comitato Civico, ha segnalato al Sindaco la necessità di trovare una soluzione, manifestando il timore che rifiuti come computer, stampanti, batterie, frigoriferi e lavatrici, non potendo trovare una collocazione alla piattaforma ecologica, venissero abbandonati in modo irresponsabile.

Il Sindaco ha quindi tentato di correre ai ripari, cercando di tamponare la situazione con misure provvisorie e che non si sono rivelate risolutive (si pensi all’Ecomobile disponibile 4 ore ogni 15 giorni che però non accetta frigoriferi, televisori e gli altri elettrodomestici !).

A questo punto ci chiediamo: per quale motivo il Sindaco lascia che le nostre campagne corrano il rischio di venire disseminate di oggetti inquinanti che dovrebbero trovare la giusta collocazione nella piattaforma ecologica per il relativo smaltimento?
E per quale motivo ha esposto Il nostro Comune al rischio di una denuncia e di una chiusura della piattaforma ecologica? Non sarebbe stato meglio destinare le risorse economiche per mettere a norma la piattaforma ecologica a tutto vantaggio della popolazione verdellese e del nostro territorio?

Noi vorremmo che Verdello si distinguesse per eccellenza nella tutela dell’ambiente, nella valorizzazione e nella tutela del territorio…e non ci pare che questa sia la strada giusta per raggiungere questi obiettivi.

3 risposte a La piattaforma ecologica: un problema irrisolto

  • Antonio Semprebianco scrive:

    Spero che a giugno questa squadra di incompetenti che male amministra, e che ha portato il paese di Verdello al degrato vada a casa, anzi non lo spero ma ne sono sicuro che ce la faremo tutti insieme a portare il paese in un cambiamento per dare a tutti i cittadini Verdellesi una qualità di vita decorosa e un ambiente dignitoso.
    Grazie per il Vostro impegno!!! Buon lavoro
    Antonio

  • gpaolati scrive:

    La piattaforma ecologica di Verdello è oscena ed unica!

    Non ci sono paesi in situazioni simili!

    Buon lavoro!

  • Rita Rovaris scrive:

    Ti do ragione. Alla fine dell’ammnistrazione Agostinelli infatti era pronto un progetto di rifacimento e messa a norma della piattaforma ecologica che poi non è stato più realizzato perchè evidentemente non condiviso dalla nuova amministrazione. Potevano sistemarla secondo un loro progetto se volevano invece non è stato fatto e così ora abbiamo una situazione assurda e non sappiamo nemmeno cosa si dovrà fare per rimettersi in regola.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.