E un altro pezzo di verde se ne va…

Il 3 agosto 2013 la nostra lista aveva presentato un’interrogazione al Sindaco, chiedendo il motivo del taglio delle bellissime piante poste lungo il fosso di via Leonardo da Vinci, a sud del mobilificio Duzioni.
A distanza di otto mesi dalla nostra interrogazione non è arrivata alcuna risposta da parte del Sindaco Albani, e l’unica spiegazione che siamo riusciti ad avere a suo tempo dal responsabile dell’Ufficio Tecnico, e’ stata che le piante erano state rimosse perché malate ma che sarebbero state sostituite con altre. Naturalmente le piante non sono state sostituite ed in questi giorni abbiamo scoperto il motivo.

La riva di via Leonardo - foto 1

La riva di via Leonardo – foto 1

Il 24 marzo scorso infatti la giunta Albani ha approvato in fretta e furia il progetto definitivo della copertura di quel tratto di roggia Colleonesca ed i lavori sono iniziati immediatamente, il giorno dopo, a cura del Consorzio di Bonifica. La motivazione addotta e che si può leggere nella delibera di Giunta dice: “…Tenuto conto che la Roggia Colleonesca è sita in corrispondenza del parco pubblico di via Leonardo da Vinci risulta pertanto necessario, al fine di garantire la pubblica incolumità dei luoghi, procedere alla realizzazione dei lavori mediante scatolare chiuso …”.

Quindi quella bellissima riva e’ stata distrutta e coperta senza alcun motivo e senza che nessuno lo sapesse solo perché è stato paventato un rischio che in realtà non c’è mai stato, come ben sanno i frequentatori del parco che esiste da 15 anni. Il parco è circondato da una fitta siepe e sulla strada c’era pure un bellissimo steccato di legno, però il Comune ha deciso che il Consorzio di Bonifica debba spendere decine di migliaia di euro dei contribuenti (oltre 200.000) per un’opera inutile. Per quale motivo?

La riva di via Leonardo - foto 2

La riva di via Leonardo – foto 2

Certo pulire la riva costa, tagliare l’erba anche e pure potare le piante. E allora meglio coprire tutto, per sempre, anche se si distrugge una zona caratteristica del paese.
Chi l’ha deciso? Mah, lì vicino abita un assessore del comune, quello che ha fatto tagliare tutta la siepe della piattaforma ecologica, quello che ha fatto tagliare tantissime piante senza trapiantarne nemmeno una, quello che ha dato il benestare alla realizzazione di tre centrali a olio… Sarà stato anche quello che…?

2 risposte a E un altro pezzo di verde se ne va…

  • gpaolati scrive:

    E’ VERGOGNOSO.

    Il Paese è stato abbandonato per mancanza di fondi (così si dice) ma per queste opere chissa come mai i soldi sono stati trovati!

  • Gianangelo Pezzotta scrive:

    Era… purtroppo era bellissimo passare e sentire il frusciare delle foglie mosse dal vento e d’estate la fresca ombra dava sollievo….ora un altro parcheggio???!!!! basta

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.